Il pane con farina di canapa

Il pane è l’alimento fondamentale presente in tutte le civiltà umane, ognuna delle quali l’ha elaborato e modificato secondo le condizioni in cui si trovava. Tra tutte le infinite varietà di pane, ci si può soffermare su una in particolare: il pane con farina di canapa.

La farina di canapa è un alimento privo di glutine, ricco di nutrienti e completo in ogni elemento nutritivo, ricco di Omega 3 e Omega 6, previene disturbi cardiovascolari, apporta all’organismo una vasta gamma di sali minerali e proteine vegetali oltre ad una minore quantità di calorie rispetto alle altre farine.

A ciò si può aggiungere che è anche possibile preparare in casa il pane con farina di canapa.

Per questa preparazione si necessita di:

– 400 grammi di farina manitoba
– 80 grammi di farina di canapa (il 20% circa rispetto al quantitativo di farina manitoba)
– acqua a temperatura ambiente (dev’essere il 65% rispetto alla farina totale)
– 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
– 7 grammi di sale
– 10 grammi di lievito di birra oppure 50 grammi di lievito madre liquido (LiCoLi)

Procedimento:

– impastare tutti gli ingredienti a mano per almeno 20 minuti, avendo cura di aggiungere il sale per ultimo
– porre l’impasto in una ciotola di vetro, coprirla con pellicola trasparente e lasciare il tutto in forno (spento) con la luce del forno accesa per 3 ore circa, affinché lieviti
– prendere l’impasto lievitato e fare 2 filoni o pagnotte di egual misura e dimensioni adagiandoli sulla leccarda con carta da forno, rinfornare per un’ulteriore ora e mezza di lievitazione
– poco prima di infornare, incidere le pagnotte lievitate con una lametta sulla parte superiore, quindi infornare a 200 gradi per 15 minuti, ponendo nel forno un pentolino pieno d’acqua per mantenere un corretto livello d’umidità. Dopodiché togliere il pentolino e continuare la cottura a 180 gradi per 30 minuti.
– sfornare e lasciar raffredare il pane sulla griglia del forno, in modo da eliminare l’umidità in eccesso e rendere croccante la base del pane stesso.

Dulcis in fundo, assaggiare il pane di canapa, magari farcendolo con ciò che più vi aggrada: il suo sapore è leggermente diverso dal pane tradizionale con un appena percettibile retrogusto dolciastro.

Qualora lo si voglia conservare, esso dura tra i 2 e i 3 giorni all’interno di un sacchetto di carta per il pane, ma può essere tranquillamente tagliato a fette e congelato, per utilizzarlo secondo necessità.

pane di canapa

7 Condivisioni