Canapa in Austria

La canapa austriaca tra convenienza e oblio

Come in tutte le Nazioni mitteleuropee, anche in Austria la canapa ha una storia agricola e industriale non indifferente. Sebbene l’uso industriale non sia mai stato vietato per legge, la coltivazione sparì quasi completamente nel Novecento perché non più conveniente dal punto di vista economico. Negli anni ’90 anche in Austria si è riscoperta questa pianta straordinaria.

Una riscoperta tutta da organizzare

La riscoperta della canapa è coincisa con la direttiva dell’UE che ha fatto chiarezza sulle varietà e sulle caratteristiche che le piante coltivabili debbono avere, tuttavia l’Austria rimane nella parte centrale delle classifiche europee di produttori.

L’assenza di una strutturata rete organizzativa, che permetta uno sviluppo del mercato in tutte le sue forme, non è ancora presente e questo implica che le varie realtà nascano e si sviluppino un po’ per conto loro.

Prodotti in canapa pochi ma buoni

Molto fiorente è il mercato della bioedilizia e delle bioplastiche, come pure il settore tessile. Il mercato alimentare e farmaceutico sono sfruttati molto meno rispetto alle loro potenzialità: in particolare, quest’ultimo è soggetto a controlli molto severi da parte delle autorità statali ed i medicinali basati sulla canapa sono ancora d’importazione.

2 Condivisioni