I principi dell’Architettura ecosostenibile

Architettura ecosostenibile

Si definisce Architettura ecosostenibile l’attività del pensare, progettare, costruire, usare e dismettere opere architettoniche in armonia con i sistemi naturali interessati, contraddistinti non solo da elementi oggettivi, fisici, e scientificamente quantificabili, ma anche da fattori energetici, il tempo, non sempre oggettivamente misurabili, a volte semplicemente percepibili.

L’intervento architettonico ecosostenibile deve essere quindi pensato in maniera da risultare il più possibile compatibile con il sistema in cui si inserisce, secondo un concetto di “economia” non identificabile esclusivamente con il minor costo a breve termine.

Il concetto di ecosostenibilità si basa sui seguenti principi:
  • l’esistenza di vincoli in un pianeta finito, ovvero il riconoscimento che esiste una capacità portante del pianeta;
  • la consapevolezza che il secondo principio della termodinamica pone dei limiti agli usi e alle trasformazioni energetiche;
  • il tasso di utilizzazione delle risorse rinnovabili non deve essere superiore al loro tasso di rigenerazione;
  • l’immissione di sostanze inquinanti e di scorie nell’ambiente non deve superare la capacità di carico dell’ambiente stesso;
  • lo stock di risorse non rinnovabili deve essere sfruttato ad un ritmo che, non superi il ritmo di introduzione di sostituti rinnovabili.

L’architettura ecosostenibile attua il principio del limite, inteso come risparmio di risorse e minima produzione di inquinamento in tutte le fasi del suo ciclo di vita; garantisce un miglioramento della salute psicofisica degli abitanti, attraverso l’impiego di materiali biocompatibili ed il raggiungimento di idonei livelli di comfort termoigrometrico, acustico e visivo; trascende l’idea dell’edificio come oggetto a sé stante, totalmente slegato dal contesto, per passare dal progetto di un oggetto statico al progetto di un sistema interattivo dinamico tra edificio ed ambiente, considerando le risorse (acqua, vento, sole, vegetazione) come materiali fondamentali dell’architettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *